Play it again, Doggy è un progetto di self promotion creato da Macstudio in collaborazione con le mitiche figurine Panini. L’album, completo di figurine, presenta in modo originale l’agenzia, ed è stato dato in omaggio a clienti, fornitori and friends in occasione del Natale 2011.

“...Evaristo Beccalossi, Odoacre Chierico, Eraldo Pecci... chi aveva mai sentito dei nomi così? Nella mia classe non c’era nessuno che si chiamava Evaristo e se ci fosse stato sicuramente avrebbe cambiato nome. Solo sulle figurine potevi trovare dei nomi così strani, con quel po’ di esotico, che li rendeva già dei miti per noi che facevamo le collezioni.
Che poi io le figurine le amavo tutte, mica solo quelle dei calciatori. Quelle dei cartoni animati, quelle degli animali, “servono per le ricerche a scuola” sostenevo con sicurezza davanti ai miei genitori, che mi compravano i pacchetti con la stessa reverenza con cui sceglievano i quaderni a quadretti.
Il sabato era un giorno speciale: no, non perché iniziava il week end, ma perché all’uscita di scuola trovavamo gli spacciatori... di album di figurine, ce li regalavano - oggi lo chiamano guerrilla marketing - perché sapevano che non avremmo resistito alla voglia di completarli. Ogni settimana una nuova collezione, e nuove figurine da comprare, per la disperazione dei miei: Guerre Stellari, La vera storia del Far West, Kung-Fu/Karate, la Storia del Risorgimento, non c’era film, cartone animato o fumetto che non si trasformasse in figurina da appiccicare a un album o all’armadio della cameretta.
E quando arrivava Natale e sotto l’albero apparivano le prime scatole infiocchettate, già la mia immaginazione correva... un album con tutte le figurine da attaccare, un vero sogno! E invece no, a mezzanotte del 24 l’apertura delle confezioni luccicanti rivelava una moltitudine di calze in vari colori, canottiere, sciarpa con cappellino in lana grezza (che punge), maglione fatto dalla zia che stava in piedi da solo... Era proprio quello di cui aveva bisogno, diceva immancabilmente mia madre... E no, pensavo io immusonito, quello di cui avevo bisogno era lo scudetto della Lanerossi Vicenza, così finivo la Serie A”.

da “Cronache Semiserie di Fine Novecento” di Toni Fonbanese


Più fotografato di un vip in Costa Smeralda, più presenzialista di una velina in tv, Doggy è stato avvistato ovunque nel corso dell'ultimo anno.

Oggi approda (finalmente) nel suo habitat naturale, la sezione MACStudio del DoggyClick Contest. Un grazie immenso va a voi tutti che ci avete spedito le voste foto, che ora travte pubblicate qui a fianco; senza di voi tutto questo non ci sarebbe.

E grazie anche a chi, navigando in questo spazio, avrà voglia di arricchire in futuro questa particolarissima collezione di immagini. Il contest è sempre aperto; basta inviare una mail con il nostro/vostro Doggy a macstudio@macstudio.it !